Autore: Marina Misiti

Roma nelle mie mappe

Il mio più recente reportage illustrato su Roma, dopo essere stato in mostra tra giugno e luglio, è stato pubblicato oggi sul portale internazionale della comunità di disegnatori urbani con il titolo: “Early morning walks around Rome“. Si tratta del terzo reportage che ho realizzato come corrispondente dalla città eterna…   Ecco alcune delle nuove mappe del mio progetto MUP/Mappe Urbane Personali/Roma. . . #lareporterconlamatita #drawing #reportage #map#urbanscape #urbansketchers#urbansketchersitaly #drawingonlocation#reportageillustration #illustration #draw#instadraw #sketch #sketchbook #rome #roma#cityscape #grafieurbane #mup #mappeurbane#marinamisiti

#99FILES, la mia Skopje colorata esposta al MoCA

Felicissima di aver preso parte con un mio lavoro (una MUP) alla mostra #99FILES al Museum of Contemporary Art di Skopje, in Macedonia, e di esser stata chiamata a far parte del comitato scientifico di questa CALL internazionale organizzata dal laboratorio Landscape_inProgress dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria. L’esposizione inaugurata il 22 giugno con il patrocinio dell’Ambasciata italiana, della Facoltà di Architettura e del Municipio del centro di Skopje, con la collaborazione di ABITARE, resterà aperta fino al 13 luglio 2018. #99FILES propone una riflessione sull’architettura e sulle città dei paesi balcanici, e tale evento rappresenta una prima tappa conclusiva della ricerca sull’architettura Brutalista. Tutti i materiali poi costituiranno un Archivio Digitale che colleziona  disegni, foto,  video e testi. L’interessante iniziativa intende stimolare un diverso punto di osservazione sul patrimonio modernista e brutalista dell’area balcanica, liberandolo dalla connotazione negativa che i retaggi ideologici hanno comportato, per tracciare differenti direzioni interpretative di un’importante fase della storia del pensiero architettonico. Attualmente infatti le parte fondanti della città sono sottoposte agli interventi trasformativi previsti con il “rinnovamento urbano” SK2014, …

Risonanze al femminile in mostra a Roma

In questi mesi ho preso parte con diverse mie opere ad una grande mostra nel cuore della capitale dal titolo RISONANZE. Un’esposizione che di fatto è stata una mini-personale di quattro donne (oltre a me c’è Patrizia Bonanziga, Marzia Gandini e India Evans) accomunate dal fatto di aver vissuto a lungo all’estero e che ora hanno deciso di ritornare a casa. La curatrice e gallerista Elisabetta Giovagnoni cosî scrive nella presentazione all’evento: “Quattro donne con cui risuono per motivi diversi, che ho intuito potessero risuonare tra loro e che mi intrigava riunire nella stessa mostra dato che ognuna si esprime con una diversa tecnica: fotografia, schizzo veloce e gouache, pittura, scultura e collage. RISONANZE è una mostra nata seguendo le onde del destino, che ha preso forma dopo aver visto i lavori di Patrizia Bonanzinga, a cui ho poi scelto di associare Marzia Gandini, Marina Misiti e India Evans”. La mostra, visitata da oltre 600 persone, ha avuto una grande visibilità, oltre ad un lungo articolo sul Corriere della Sera e ad un approfondito servizio …

Mod’Arte o l’Arte della Moda

Il 27 marzo 2018 ho partecipato ad una mostra pop-up organizzata dall’Atelier_Galleria ARTE IN REGOLA, insieme a due amiche creative (Carla Campea e Paola Vanacore) dal titolo Mod’Arte o l’arte della moda. All’evento ho esposto alcune tavole illustrate dal mio progetto “Fashion Districts”, pubblicate di recente sul sito internazionale degli Urban Sketchers. Un piccolo show-event che ha voluto offrire al pubblico nuove e originali prospettive sui concetti di moda e stile, per declinare in modo multiforme e contemporaneo i concetti legati al “fare moda” e al “fare arte”, suggerendo nuove dimensioni espressive e collaborative.

Workshop specialistico di reportage illustrato

Raccontare piccole e grandi storie attraverso disegni e parole. È stato questo il tema del laboratorio specialistico di due giorni, che ho tenuto a Roma la scorsa settimana. In questo workshop intensivo di TracceLab (l’ultimo della stagione visto che, come ho già spiegato, nel 2018 i diversi progetti in cui sono impegnata mi terranno lontana dalle docenze), illustratori e autori di graphic-journalism si sono cimentati con gli strumenti, le tecniche e le modalità del reportage disegnato, imparando a coniugare immagine disegnata e scrittura per realizzare reportages editoriali efficaci, innovativi e di grande impatto visivo. Congedandomi, almeno per ora, dai corsi ringrazio tutti e vi auguro tante “buone storie”!